LA COSTRUZIONE DEL MOSTRO: CRIMINOLOGIA E MEDIA – Corso di formazione

“La costruzione del Mostro: aspetti mediatici e psico-criminologici. Il caso del Biondino della Spider Rossa”

 

Libro Il Biondino della Spider Rossa -Criminologia e Media - corso di formazione

PROGRAMMA DEL CORSO DI FORMAZIONE SULLA “COSTRUZIONE DEL MOSTRO”

Laura Baccaro: “Teorie criminologiche nella costruzione del mostro”
Laura Baccaro è psicologa giuridica e criminologa, docente di Psicologia criminale in varie università.

Maurizio Corte: “La figura del mostro nei media”
Maurizio Corte è giornalista professionista e docente di Giornalismo Interculturale all’Università di Verona

Data: venerdì 30 novembre 2018 – ore 14.30-19

Luogo: sala di Legambiente, via Bertoni 4 (Verona)

Quota di partecipazione: 78 euro. La quota comprende: il libro “Il Biondino della Spider Rossa. Crimine, giustizia e media”, il materiale didattico e l’attestato di partecipazione.

Scadenza per le iscrizioni: venerdì 23 novembre 2018

ISCRIVITI AL CORSO SULLA COSTRUZIONE DEL MOSTRO

Il corso di formazione “Analisi crimino-mediatica dei Cold Case: il caso del Biondino della Spider Rossa” è organizzato in collaborazione con l’Associazione culturale ProsMedia, che svolge analisi e ricerca sui media nell’ambito del Centro Studi Interculturali dell’Università di Verona.

***

Per conoscerci meglio:
Laura Baccaro: www.laurabaccaro.it

Maurizio Corte: www.corte.media

Sito web sul libro “Il Biondino della Spider Rossa”: www.ilbiondino.org

 

Libro Il Biondino della Spider Rossa -Criminologia e Media - corso di formazione


Quota di partecipazione: 78 euro
. La quota comprende: il libro “Il Biondino della Spider Rossa. Crimine, giustizia e media”, il materiale didattico e l’attestato di partecipazione.

Scadenza per le iscrizioni: venerdì 12 ottobre 2018

ISCRIVITI AL CORSO SULLA COSTRUZIONE DEL MOSTRO

 

COLD CASE: CRIMINOLOGIA E MEDIA – Corso di formazione

“Analisi crimino-mediatica dei Cold Case: il caso del Biondino della Spider Rossa”

Libro Il Biondino della Spider Rossa -Criminologia e Media - corso di formazione

 

PROGRAMMA DEL CORSO DI FORMAZIONE SUI COLD CASE

Laura Baccaro: “Analisi psico-criminologica nei cold case”
Laura Baccaro è psicologa giuridica e criminologa, docente di Psicologia criminale in varie università.

Maurizio Corte: “Giornalismo investigativo: raccolta e analisi delle fonti (metodo di lavoro e raccolta dati)”
Maurizio Corte è giornalista professionista e docente di Giornalismo Interculturale all’Università di Verona

Data: venerdì 19 ottobre 2018 – ore 14.30-19

Luogo: sala di Legambiente, via Bertoni 4 (Verona)

Quota di partecipazione: 78 euro. La quota comprende: il libro “Il Biondino della Spider Rossa. Crimine, giustizia e media”, il materiale didattico e l’attestato di partecipazione.

Scadenza per le iscrizioni: venerdì 12 ottobre 2018


ISCRIVITI AL CORSO SUI COLD CASE

Il corso di formazione “Analisi crimino-mediatica dei Cold Case: il caso del Biondino della Spider Rossa” è organizzato in collaborazione con l’Associazione culturale ProsMedia, che svolge analisi e ricerca sui media nell’ambito del Centro Studi Interculturali dell’Università di Verona.

***

Per conoscerci meglio:
Laura Baccaro: www.laurabaccaro.it

Maurizio Corte: www.corte.media

Sito web sul libro “Il Biondino della Spider Rossa”: www.ilbiondino.org

 

Libro Il Biondino della Spider Rossa -Criminologia e Media - corso di formazione

 

Quota di partecipazione: 78 euro. La quota comprende: il libro “Il Biondino della Spider Rossa. Crimine, giustizia e media”, il materiale didattico e l’attestato di partecipazione.

Scadenza per le iscrizioni: venerdì 12 ottobre 2018

 

ISCRIVITI AL CORSO SUI COLD CASE

 

Iscrizione corso: Stalking come reato-sentinella

Corso Stalking come reato-sentinella. Gli interventi di prevenzione e trattamento agli stalkers: analisi giuridica e psico-criminologica


Iscrizione entro il 20 novembre 2019

Il costo della partecipazione al corso è di 70 euro.

Il pagamento può essere fatto via PayPal o con bonifico sul conto corrente
intestato ad Associazione psicologo di strada.

IBAN: IT02N0359901899050188530885

Causale: Iscrizione corso Stalking come reato sentinella

In caso di non avvio del corso la quota d’iscrizione verrà restituita. 

ISCRIZIONE: COME COMPILARE IL MODULO

Istruzioni:
– nome e cognome di chi partecipa al corso
– email
– oggetto. Scrivere:
– testo del messaggio. Scrivere:Iscrizione corso Stalking come reato sentinella
1. nome e cognome;
2. indirizzo;
3. professione;
4. codice fiscale,;
5. dati del bonifico (numero CRO), se si paga con bonifico bancario

potete effettuare un bonifico: Associazione psicologo di strada: IBAN: IT02N0359901899050188530885

Per i possessori di Paypal potete inviare direttamente l’importo  all’e-mail: psicologodistrada@gmail.com

oppure ecco il link per il pagamento diretto da questa paginapaga-adesso-paypal

Informativa: i dati personali forniti nella presente occasione sono trattati nel rispetto delle norme di legge e solo per la procedura di iscrizione al corso, senza altro uso non autorizzato dai soggetti interessati.

[contact-form-7 id=”494″ title=”prova modulo semplice”]

La crisi migrante e le politiche dell’inimicizia Elementi di psicologia postcoloniale

Corso di formazione

 12 gennaio dalle 14.00 alle 18.00   13 gennaio, dalle ore 9.00 alle ore 18.00

Job campus, via Belzoni, 146 – Padova

“Fuori da ogni compiacimento ed esotismo, e ben prima di kalashnikov e attentati, il mondo che arriva a casa nostra ci scombina, ci turba, rimescola le carte. Rimette in gioco l’antico fantasma dell’incertezza”  (in Piccolo lessico del grande esodo, F.O.Dubosc, N. Edres, 2017)

Il Corso si propone di offrire una formazione approfondita, teorica e pratica, in ottica multiprofessionale nel campo della relazione interculturale finalizzata all’affermazione dei diritti delle persone.Dobbiamo ripensare ad un mondo in cambiamento, a popolazioni che si muovono, ad una nuova mondialità oltre i confini degli stati. È necessario superare il concetto retorico di emergenza migratoria oramai non più credibile per immaginare l’appartenenza   come co-abitazione e co-vulnerabilità in un mondo comune.  Dubosc nelle sue riflessione con incursione in varie discipline tra le quali l’antropologia e la psicologia umanistica, propone una lucida interpretazione dei concetti di libertà e democrazia profonda, di cultura e del paradossale rapporto tra stabilità e cambiamento, processo e struttura.

DESTINATARI

Operatori che lavorano nelle accoglienze, in ambito socio-sanitario, consulenti legali, mediatori linguistici e culturali, assistenti sociali, funzionari delle pubbliche amministrazioni, membri delle forze dell’ordine, docenti ed educatori.

 Docente Fabrice Olivier Dubosc, di padre francese e madre italiana ha soggiornato diversi anni in Turchia. Dopo il rientro in Italia ha intrapreso una lunga analisi junghiana.  Laureato in psicologia a Torino ha seguito un tirocinio sistemico in ambito psichiatrico e si è specializzato in psicoterapia alla Libera scuola analitica di Milano.  L’incontro con Raimon Panikkar lo ha spinto ad approfondire la relazione tra narrazioni individuali e collettive in senso interculturale e interreligioso. Ha partecipato a incontri e progetti interdisciplinari e di formazione in India, Corea, Libano, Marocco, Francia, Spagna e Georgia. Oltre alla pratica psicoanalitica privata si occupa di etnoterapia in diversi ambiti. Collabora come supervisore a progetti per richiedenti asilo. È socio dell’Associazione di Etnopsicologia Analitica (ETNA) e socio fondatore di Interculture International Foundation.

Tra le sue pubblicazioni:

  • Così parlò Shehrazade, trasgressione e conoscenza nelle 1001 notte– Milano, 2003, Biblioteca di Vivarium)
  • “Variazioni sulla psicologia interculturale” (in Dialogare nel mito – la dimensione simbolica del confronto interculturale – Milano, 2004, Biblioteca di Vivarium)
  • Il deposito del desiderio, Bergamo, 2007, Moretti e Vitali)
  • Quel che resta del mondo – psiche nuda vita e questione migrante – Roma, 2011, Ma.Gi

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione

Si richiede un contributo di euro 130,00€.

Per ogni informazione e per verificare la disponibilità dei posti scrivere a  psicologodistrada@gmail.com  –   oppure telefonare Cell:3475220363

La crisi migrante e le politiche dell’inimicizia Elementi di psicologia postcoloniale

12 gennaio dalle 14.00 alle 18.00     e  13 gennaio, dalle ore 9.00 alle ore 18.00

Job campus, via Belzoni, 146 – Padova

“Fuori da ogni compiacimento ed esotismo, e ben prima di kalashnikov e attentati, il mondo che arriva a casa nostra ci scombina, ci turba, rimescola le carte. Rimette in gioco l’antico fantasma dell’incertezza”  (in Piccolo lessico del grande esodo, F.O.Dubosc, N. Edres, 2017)

Il Corso si propone di offrire una formazione approfondita, teorica e pratica, in ottica multiprofessionale nel campo della relazione interculturale finalizzata all’affermazione dei diritti delle persone.Dobbiamo ripensare ad un mondo in cambiamento, a popolazioni che si muovono, ad una nuova mondialità oltre i confini degli stati. È necessario superare il concetto retorico di emergenza migratoria oramai non più credibile per immaginare l’appartenenza   come co-abitazione e co-vulnerabilità in un mondo comune. Dubosc nelle sue riflessione con incursione in varie discipline tra le quali l’antropologia e la psicologia umanistica, propone una lucida interpretazione dei concetti di libertà e democrazia profonda, di cultura e del paradossale rapporto tra stabilità e cambiamento, processo e struttura.

DESTINATARI

Operatori che lavorano nelle accoglienze, in ambito socio-sanitario, consulenti legali, mediatori linguistici e culturali, assistenti sociali, funzionari delle pubbliche amministrazioni, membri delle forze dell’ordine, docenti ed educatori.

 Docente Fabrice Olivier Dubosc, di padre francese e madre italiana ha soggiornato diversi anni in Turchia. Dopo il rientro in Italia ha intrapreso una lunga analisi junghiana.  Laureato in psicologia a Torino ha seguito un tirocinio sistemico in ambito psichiatrico e si è specializzato in psicoterapia alla Libera scuola analitica di Milano.  L’incontro con Raimon Panikkar lo ha spinto ad approfondire la relazione tra narrazioni individuali e collettive in senso interculturale e interreligioso. Ha partecipato a incontri e progetti interdisciplinari e di formazione in India, Corea, Libano, Marocco, Francia, Spagna e Georgia. Oltre alla pratica psicoanalitica privata si occupa di etnoterapia in diversi ambiti. Collabora come supervisore a progetti per richiedenti asilo. È socio dell’Associazione di Etnopsicologia Analitica (ETNA) e socio fondatore di Interculture International Foundation.

Tra le sue pubblicazioni:

  • Così parlò Shehrazade, trasgressione e conoscenza nelle 1001 notte– Milano, 2003, Biblioteca di Vivarium)
  • “Variazioni sulla psicologia interculturale” (in Dialogare nel mito – la dimensione simbolica del confronto interculturale – Milano, 2004, Biblioteca di Vivarium)
  • Il deposito del desiderio, Bergamo, 2007, Moretti e Vitali)
  • Quel che resta del mondo – psiche nuda vita e questione migrante – Roma, 2011, Ma.Gi

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione

Si richiede un contributo di euro 130,00€.

Per ogni informazione e per verificare la disponibilità dei posti scrivere a  psicologodistrada@gmail.com  –   oppure telefonare Cell:3475220363

 

 

 

 

Integrazione, intercultura e politiche di pace

INVITO

Lezione magistrale

prof. I. Spano – prof. A. Morrone

Sabato 23 settembre 2017, ore 9.30-12.30

c/o  Centro Servizi del Volontariato, via Gradenigo, 10- Padova

per l’apertura del Corso di formazione e perfezionamento in

“OPERATORE DI PRATICHE INTERCULTURALI”

Verrà rilasciato un attestato di partecipazione

L’iscrizione è gratuita e obbligatoria e va effettuata entro il giorno 20  settembre 2017

Posti limitati

Per ogni informazione e per verificare la disponibilità dei posti scrivere a : psicologodistrada@gmail.com

Per informazioni sul Corso:

Corso di perfezionamento in OPERATORE DI PRATICHE INTERCULTURALI

SCHEDA DI ISCRIZIONE PERFEZIONAMENTO IN “OPERATORE DI PRATICHE INTERCULTURALI”

Nome e Cognome ……………………………………………………………

Professione ……………………………………………………………………

Indirizzo ………………………………………………………………………

Cap …………………… Città …………………………………………………

C.F. (obbligatorio) …………………………………………………………

Partita IVA ……………………………………………………………………

Telefono ………………………………………………….

email ………………………………………………………………

 

Il costo della partecipazione al corso è di 740€, così suddivisi:

  • 100 €: quota di iscrizione, entro il 29 settembre 2017
  • 320 €: prima rata, entro il 5 novembre 2017
  • 320 €: seconda rata, entro il 10 gennaio 2018

 

Inviare la scheda d’iscrizione compilata a:

mail: psicologodistrada@gmail.com  – fax: 0497354164

con  copia  del  pagamento  della  quota  di  iscrizione di € 100,00

In caso di non avvio del corso la quota d’iscrizione verrà restituita.

Il corso si attiva con un numero minimo di partecipanti.

Conto corrente intestato ad Associazione psicologo di strada

IBAN: IT02N0359901899050188530885

Causale: quota d’iscrizione

Iscrizione entro il 29 settembre 2017

Informativa: i dati personali forniti nella presente occasione saranno trattati

nel rispetto delle norme di legge, di regolamento e dei principi di correttezza e

tutela della riservatezza esclusivamente per finalità connesse allo svolgimento

delle attività istituzionali dell’Associazione Psicologo di strada.

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/03

Data ……………………………………………………

Firma ……………………………………………………………………

Corso di perfezionamento in OPERATORE DI PRATICHE INTERCULTURALI

Patrocinio: Università Internazionale della pace delle Nazioni Unite, sede Italia, Roma, Centro Astalli di Roma

Descrizione corso

Il Corso di Perfezionamento nasce dalla difficoltà quotidiana che gli operatori mostrano nell’incontro con l’utenza straniera. Molte incomprensioni, malgrado la presenza dei mediatori linguistici, sono dovute ad una non efficace competenza interculturale. Si evidenzia infatti la necessità di una profonda comprensione da parte degli operatori e dei mediatori dei frames cognitivi e interpretativi, degli usi e abitudini culturalmente marcate che i migranti trasferiscono nella comunicazione e nelle dimensioni della vita.

Chi lavora nelle accoglienze spesso non ha strumenti e preparazione adatta per comprendere e quindi gestire in modo adeguato le richieste delle persone richiedenti asilo, rifugiati e con protezione umanitaria/sussidiaria.  Dalla comunicazione quindi si arriva a scontri verbali con conseguenze gestionali importanti sia dal punto di vista della costruzione del legame di fiducia tra operatore-utente sia meramente organizzativo.

Il Corso si propone di offrire una formazione approfondita, teorica e pratica, in ottica multiprofessionale nel campo della relazione interculturale finalizzata all’affermazione dei diritti delle persone, in primis il diritto alla relazione.

L’Alto riconoscimento dell’Università per la pace

L’Università per la pace (Upeace) nasce nella Repubblica del Costa Rica nel 1980. Ha diverse sedi nel mondo e, dal 2015, ha una sua rappresentanza in Italia, con l’obiettivo di formare gli studenti dell’Europa meridionale e dell’Est, del bacino del Mediterraneo, del Medio Oriente, dell’Africa sahariana. La Upeace è un organismo riconosciuto dalle Nazioni Unite con risoluzione 35/55 del 5 dicembre 1980 dell’Assemblea Generale dell’Onu. È retta dai seguenti trattati internazionali:

A chi è rivolto

Il corso è aperto a tutti coloro che sono in possesso di una Laurea nell’ottica dell’integrazione e del lavoro multidisciplinare.

In particolare destinatari del perfezionamento sono operatori del privato sociale che lavorano  nelle accoglienze, in ambito socio-sanitario (medici, infermieri, psicologi, educatori), coordinatori di servizi di accoglienza diurni e residenziali, consulenti legali, mediatori linguistici e culturali, assistenti sociali, funzionari delle pubbliche amministrazioni, membri delle forze dell’ordine, docenti ed educatori che si confrontano con la realtà sempre più multiculturale.

È aperto altresì ad operatori interculturali nell’ambito di associazioni di immigrati e del volontariato.

Finalità e obiettivi

Il corso di perfezionamento intende offrire conoscenze e strumenti tecnici ed operativi in ambito interculturale a partire da differenti punti di vista necessariamente interconnessi, quali medicina delle migrazioni, sociologia, diritto, antropologia culturale, etnopsichiatria, etnopsicologia, comunicazione interculturale, mediazione dei conflitti, organizzazione delle accoglienze e progettazione comunitaria.

La finalità che ci proponiamo di raggiungere al termine del corso di perfezionamento è quella di sviluppare competenze teorico-pratiche per la comprensione delle dinamiche culturali, sociali e relazionali utili nei contesti lavorativi in ambito di accoglienza e sociale. Nello specifico le competenze vogliono sviluppare e/o migliorare:

  • competenze comunicative e di confronto tra persone di culture diverse
  • analisi dei bisogni e degli interventi in chiave interculturale
  • integrazione, inserimento, sostegno e mediazione nel campo delle relazioni interculturali
  • progettazione e condurre interventi anche in contesti di vulnerabilità;

Nello specifico il Corso fornisce competenze specialistiche adeguate alle seguenti figure:

  • professionisti e operatori dei centri di accoglienza;
  • operatori nell’ambito della formazione e dell’istruzione;
  • operatori di mediazione linguistica e culturale;
  • personale socio-sanitario;
  • carceri e questure

Metodologia

Ad eccezione di alcune lezioni magistrali il corso seguirà una metodologia partecipata e interattiva, con approccio laboratoriale. Verrà dato spazio a role playing e casi pratici.   È prevista la figura del tutor d’aula.

PROGRAMMA

 

   INIZIO CORSO:

1° fine settimana 3-4 novembre – Docenti: N. Galleani

Le competenze interculturali nella relazione d’aiuto con persone migranti. Trauma migratorio e disagio psicologico: valutazione ed interventi

2 ° weekend (17-18 novembre)

Percorsi migratori, pratiche di adattamento e di genere. Psicologia delle relazioni transculturali (docenti: Hassan, Surian, Sicurelli)

3 ° weekend (1-2 dicembre)

Comunicazione interculturale nei media .Antropologia medica e culturale (docenti: Binello, Spagna)

4 ° weekend (15-16 dicembre)

Diritto alla salute, intercultura, MGF. Elementi di etnopsichiatria (docenti: Baccaro,  Spagna)

5 ° weekend (12-13 gennaio)

La crisi migrante e le politiche dell’inimicizia. Elementi di psicologia postcoloniale (docenti: F.O. Dubosc)

6 ° weekend 26-27 gennaio)

Accoglienze: pratiche operative e modelli. Teatro sociale interculturale. (docenti: Paravati, Abdul)

7 ° weekend (9-10 febbraio)

Pratiche di progettazione e mediazione  negli interventi interculturali (docenti: Onama)

8 ° weekend (9-10 marzo)

Dialogo nelle religioni. Pratiche operative di interventi nelle accoglienze e sociali. (docenti: Pegoraro, Spagna)

9° weekend da definire

Diritto dell’immigrazione, diritto d’asilo, diritto antidiscriminatorio, panoramica cittadini ue e loro  familiari. Minori non accompagnati.  (docenti: Barbariol, Chiaretto,  Ferrero,)

10 ° weekend da definire

Il silenzio, la parola, il sentire. Elementi dell’incontro e dell’ascolto interpersonale.  Comunicazione e mediazione linguistica di comunità (docenti: Grandi, Paravati)

DOCENTI

Abderrahim El Hadiri, attore, regista teatrale, dal 1991. Lavora con Cicogne teatro arte musica (BS).

Barbariol Giovanni, avvocato, socio ASGI

Binello Daniela, giornalista professionista. Conduce i notiziari di RAI Radio 1 – Gr Parlamento. Si occupa in particolare di notizie di politica estera, conflitti, crisi umanitarie e migrazioni. Autrice di saggi, è torinese, ma romana d’adozione.
Chiaretto Elisa, avvocato, Docente di Diritto dell’Unione europea, Università di Padova

Ferrero Marco, avvocato, Docente al Master sui fenomeni migratori e le trasformazioni sociali, Università di Venezia

Galleani Noemi, psicologa-Psicoterapeuta a orientamento psicoanalitico lacaniano. Scuola Specializzazione Psicoterapia etno-sistemico-narrativa Roma.

Grandi Giovanni, professore associato di Filosofia Morale presso il FSPPA dell’Università degli Studi di Padova. È membro del Consiglio Scientifico dell’Istituto Internazionale Jacques Maritain, del Consiglio Scientifico del Centro Studi sulla Sofferenza Urbana – SOUQ di Milano. Dirige la Scuola di Antropologia applicata dell’Istituto Jacques Maritain

Hassan Cadigia, giornalista pubblicista con alle spalle studi in Scienze Politiche e Scienze Sociologiche. È mentor di comunità e socia fondatrice di RIDIM – Rete Italiana Donne Immigrate. Ambasciatrice di Pace per la Women’s Federation for World Peace International.

Onama John Baptist, è dottorando in Relazioni internazionali e diplomazia culturale presso l’Università di Bucarest e l’Istituto di diplomazia culturale di Berlino. Docente di Europrogettazione al Master in Studi Europei della Camera di Commercio Italo-Belga di Bruxelles e l’Istituto Universitario Salesiano di Venezia. In quest’ultima sede docente di Metodologia preventiva e di Pedagogia interculturale.

Paravati Catalina, Laureata in lingua e letteratura spagnola e ispano-americana a Buenos Aires. Già docente Università Ca’Foscari di Venezia); attualmente presso il Campus Ciels di Padova, con insegnamenti di traduzione e mediazione linguistica spagnola.

Mons. dott. Renzo Pegoraro, esperto e professore di bioetica alla Facoltà Teologica del Triveneto, Cancelliere della Pontificia Accademia per la Vita e Collaboratore della Fondazione Lanza di Padova.

Dubosc Fabrice Olivier, laureato in psicologia, specializzato in psicoterapia alla Libera scuola analitica di Milano. Collabora come supervisore a progetti per richiedenti asilo. È socio dell’Associazione di Etnopsicologia Analitica (ETNA) e socio fondatore di Interculture International Foundation.

Ruggero Sicurelli, sociologo e psicologo, ha compiuto ricerche antropologiche soprattutto nell’ambito del “mondo magico”. Docente a contratto di Sociologia dell’organizzazione all’Università degli Studi di Padova. Fra le sue opere ricordiamo: Paura e morte in prospettiva transculturale, Bologna, 1981; Il folle e l’altro, Milano, 1989; Magia e psicoterapia, Padova, 1990; La felicità, Milano, 1994; Educare all’incontro interrazziale, Milano, 1995; Alimentazione e cultura. Un approccio antropologico, Padova, 1995.

Francesco Spagna, docente di Antropologia Culturale presso l’Università di Padova, ha compiuto negli ultimi anni ricerche presso le comunità immigrate a Padova. Collabora con la cooperativa Almanara di Padova per una ricerca sull’antropologia dell’accoglienza.

Surian Alessio, ricercatore presso il dipartimento FISPPA, Università di Padova. Coordina lo Special Interest Group (SIG) (Teaching and Learning in culturally diverse settings) dell’EARLI, European Association Research on Learning and Instruction. È membro del Research Steering Group del Programma Intercultural Cities del Consiglio d’Europa.

 

Sede didattica

Gli incontri si terranno al Job Campus Belzoni, Via G. Belzoni, 146, 35121 Padova

Orario

Le lezioni inizieranno  il 3  novembre  2017 e si concluderanno in maggio 2018.

Le lezioni si svolgeranno nei fine settimana:

VENERDÌ pomeriggio, dalle ore 14 alle ore 18.00;

SABATO dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle ore 14.00 alle 18.00.

12 ore per fine settimana

n.10 fine settimana

Totale n. 120 ore di formazione.

Le date degli incontri sono: 23 settembre inaugurazione Corso; 3-4 novembre; 17-18 novembre; 1 –2 dicembre; 15-16 dicembre; 12-13 gennaio; 26-27 gennaio; 9-10 febbraio; 23 – 24 febbraio; 9-10 marzo, altri 2 fine settimana da calendarizzare. Eventuali cambiamenti saranno tempestivamente comunicati.

È possibile l’iscrizione a singolo incontro.

Attestato finale e riconoscimenti

Per l’ottenimento del titolo di “Operatore di pratiche interculturali” è prevista una partecipazione non inferiore al 75% delle ore complessive di lezione e la stesura di un elaborato finale, finalizzato alla valutazione necessaria per il rilascio dell’attestato.

L’elaborato verterà su un tema concordato.

L’attestato finale sarà integrato da un certificato complementare che riporterà in maniera dettagliata il curriculum formativo didattico affrontato.

La validità didattica del corso erogato è garantita da un apposito Comitato Scientifico e dai formatori, composto anche da docenti universitari.

Per coloro che parteciperanno ai singoli incontri verrà rilasciato attestato di frequenza.

I consigli accademici di molte università italiane assegnano crediti formativi ai titoli rilasciati.

 Costi e iscrizione

Il corso si attiva con un numero minimo di partecipanti.  La quota di partecipazione è di 740,00€. Termine iscrizione: 14 ottobre 2017.

Termine di pagamento prima rata del corso (320,00 €), dopo ns. conferma di ammissione: 1 dicembre 2017.

Termine di pagamento seconda rata del corso (320,00 €): 26 gennaio 2018.

Per iscrizioni inviare mail a: psicologodistrada@gmail.com  con copia del pagamento della quota di iscrizione di € 100,00. In caso di non avvio del corso la quota d’iscrizione verrà restituita.

IBAN: IT02N0359901899050188530885 intestato ad Ass.psicologo di strada – Causale: Corso perfezionamento

Costi per incontro o per fine settimana:

per venerdì pomeriggio: 50,00€
sabato tutto il giorno: 90,00€
per finesettimana:  130,00€
per 2 fine settimana 220,00€
per 3 fine settimana 300,00€

 

Per informazioni e iscrizioni inviare mail a: psicologodistrada@gmail.com

La famiglia: confronto tra diritto islamico e diritto internazionale e modello d’integrazione italiano

Corso di formazione

La famiglia: confronto tra diritto islamico e diritto internazionale e modello d’integrazione italiano

venerdì 26 maggio 2017, dalle ore 14.00 alle ore 18.30

Sede Campus universitario Ciels, via Venier , 200- Padova

L’idea di un momento formativo dedicato al diritto islamico di famiglia è sorto a fronte delle difficoltà e poche conoscenze che tutti noi operatori abbiamo quando ci “scontriamo” nei colloqui con utenti stranieri. Non è solo un problema di comunicazione interculturale ma si ravvisa la necessità di avere conoscenze di sistemi giuridici altri, almeno qualche nozione-guida che orienti alla miglior comprensione delle problematiche.

Il corso è rivolto ad avvocati ( con crediti), studenti di mediazione linguistica ed interculturale, operatori del privato sociale che sempre più si trovano a contatto con utenti di nazionalità e culture diverse.

Coordina Laura Baccaro, presidente Associazione Psicologo di Strada

  • 14.00 Registrazione dei presenti
  • 14.15 Presentazione e saluti Prof. Borile
  • 14.30 I sistemi giuridici moderni dei paesi del Nord-Africa, O. Giolo
  • 15.30 Il diritto internazionale della famiglia, E. Chiaretto
  • 15.15- 1630 Pausa
  • 16.30 Diritto islamico di famiglia, I. Marchioro
  • 17.15 La domanda di Islam e il modello di integrazione italiano, M. Ferrero
  • 17.45 Discussione
  • 18.30 Chiusura dei lavori

Docenti

  • Orsetta Giolo, Professoressa Associata di Filosofia del diritto, Università di Ferrara
  • Elisa Chiaretto, Docente di Diritto dell’Unione europea, Università di Padova
  • Marco Ferrero, Docente al Master sui fenomeni migratori e le trasformazioni sociali, Università di Venezia
  • Irene Marchioro, giurista, esperta di diritto islamico

Richiesti i crediti formativi all’Ordine degli Avvocati di Padova. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione

Si richiede un contributo complessivo di euro 25. Nella quota di partecipazione sono inclusi i materiali didattici. Bonifico su conto corrente intestato all’associazione psicologo di strada: IT 02 N 03599 01899 050188530885

Per ogni informazione e per verificare la disponibilità dei posti scrivere a   mail: psicologodistrada@gmail.com

L’iscrizione è obbligatoria e va effettuata entro il giorno 23 maggio 2017 iscrivendosi on line :[contact-form-7 id=”312″ title=”Iscrizione Corso di Formazione”]

 

Corso di formazione per operatore di sportello 2017

Due giorni con gli operatori di Psicologo di Strada

7 aprile e 24 giugno 2017, dalle ore 10 alle ore 18
Sede Padri Comboniani, via Citolo da Perugia, 35 – Padova

Il corso è rivolto a coloro che operano negli sportelli d’ascolto o desiderano acquisirne le competenze, in particolare a coloro che per professione o per attività di volontariato sono a diretto contatto con gli utenti.

Prima giornata: Tecniche comunicative e della gestione del colloquio
Multiprofessionalità e interdisciplinarietà “da sportello”
Quale comunicazione per quale utente?
Laboratorio esperienziale in piccoli gruppi, role playing “Il setting sportello, modalità operative”
Laboratorio: La comunicazione con gli utenti “difficili”, un caso pratico

Seconda giornata: Relazioni che crescono
Dall’aiuto all’analisi delle risorse degli utenti
Ruolo e competenze degli operatori
Linee guida e carta dei diritti degli utenti
Laboratorio: Empowerment e resistenze al cambiamento
Laboratorio: La comunicazione non verbale

Obiettivi
Implementare le proprie capacità relazionali e comunicative con persone fragili e multiproblematiche
Sviluppare la consapevolezza delle risorse dell’operatore nella relazione di aiuto e la consapevolezza del proprio ruolo
Migliorare la capacità di gestire le situazioni sul piano emotivo e relazionale

Metodologia di conduzione
I momenti teorici saranno base e spunto per Brain-storming, Role playing e Studi di casi
Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione

Formatori
Laura Baccaro, psicologa, presidente Psicologo di Strada
Alessandra Leone, dottore in psicologia, Coordinatrice Sportello Psicologo di strada
Cristiano Draghi, dottore in psicologia, Volontario Sportello Psicologo di strada
Mariagrazia Manfuso, psicologa, psicoterapeuta
Leonardo Tonioni, psicologo clinico, psicoterapeuta in formazione

L’iscrizione è obbligatoria e va effettuata entro il giorno 5 aprile 2017. La partecipazione è limitata ad un massimo di 25 persone. Ogni partecipante è invitato a portare con sé cibo e/o bevande non alcoliche da condividere.
Si richiede un contributo complessivo di euro 30,00 per le 2 giornate. Nella quota di partecipazione sono inclusi i materiali didattici. Versamento tramite Paypal oppure direttamente nella prima mattinata.
Per ogni informazione e per verificare la disponibilità dei posti scrivere a: psicologodistrada@gmail.com

Per iscriverti:http://www.psicologodistrada.it/iscrizione-corso-di-formazione/